Che più saldi non si può!

Ormai siamo quasi agli sgoccioli per i saldi invernali, ma siamo onesti, i veri affari si fanno col 70%. Solitamente non acquisto mai i primi giorni di saldi… Io aspetto. Odio la confusione e vedere file chilometriche tra casse e camerini, mi scoraggiano completamente. Diventa un vero stress, specie se trattiamo l’argomento centro commerciale. Sono un incubo. Roba da mal di testa, tra il chiacchiericcio, la musica, le luci, l’aria rarefatta, beh la condizione è già diventata anti-shopping.

I negozi versano nel disordine generale! Non sono paragonabili neanche al Gran Bazar d’Istanbul; ciò significa farsi strada tra cumuli di roba dal genere promiscuo e non ben definito.

Per non parlare di un’altra buffa problematica, ho scoperto di avere la faccia da commessa di Zara. E’ una costante perché ogni qual volta entro in negozio, c’è la signora di turno che mi chiede di controllare se ho la “L” di quelle blusa in magazzino o la taglia corrispondente ad una 44… peccato che il “Sig. Zara” sia completamente ignaro della mia esistenza. XD

Ad ogni modo, a questo disordine generale dico No Grazie. Io preferisco la calma perché ci vuole occhio ci vuole metodo per scegliere ciò che più mi piace e ciò che mi serve.

Generalmente procedo in tre tappe:

  • Un occhiata pre-saldi (per avere la conferma che i capi più belli svaniscono magicamente  per lasciare spazio a ciarpame vario di stagioni passate che si mescolano alla poca roba decente rimasta)
  • un giro disimpegnato al lancio (un giro di ricognizione che non prevede prove in camerini assaltati e saccheggiati)
  • e spesa al 70%

Ogni rivista di moda ha stilato decaloghi ed elenchi su capi e accessori imperdibili a saldi

http://www.elle.it/Moda/saldi-2016-cosa-comprare

http://www.donnamoderna.com/moda/tendenze/saldi-invernali-2016-cosa-comprare

Onestamente non avevo consultato queste liste prima dei miei acquisti… mi sono lasciata guidare dai miei gusti, ma col senno di poi, per curiosità, mi sono documentata e in qualcosa mi ci sono ritrovata, non male!

2

Camicia in cotone TRN pagata €3.99 (da € 15.99) basic e versatile bisogna averne per forza una nel proprio armadio.

3

Crop top Stradivarius € 4.99 (da € 9.99)

4

Felpa Stradivarius € 7.99 (da €22.95)

5

Pantalone TRN con tasche a taglio maschile € 9.99

1

E infine, il pezzo forte: tubino H&M € 7.00 (da €34.99)

#affarefatto #igotitcheap

Al prossimo articolo

Sandra

 

 

Annunci

Risparmiare va di moda

Ciao a tutti, mi chiamo Sandra e nel mio armadio ci sono vestiti acquistati a prezzi stracciati. Io sono una risparmiatrice convinta, un pò per necessità, un pò per abitudine, il risparmio è diventato la mia filosofia di vita.

Da ragazzina la trovavo una cosa umiliante e limitante paragonandomi alle mie compagne di classe. Mi faceva sentire fuori dal coro. Col tempo però, ho capito che non ero io la “strana”… e ho finito per amarla quest’arte del non-spreco. Sono fiera di essere così come sono.

Non sono per lo shopping sconsiderato, piuttosto sono per lo shopping ponderato, nonostante ciò sono sempre alla ricerca di qualcosa di carino e che costi poco… ecco da dove deriva il nome del mio blog.

Mi piace riesumare e modificare vecchi capi e dar loro una seconda chance. La mia mamma mi ha insegnato che non si butta via niente (fatta eccezione per le cose logore) tutto può servire e avere un’altra vita.

Ovviamente amo acquistare nei negozi low-cost e ho il culto del mercato… Amo passeggiare e osservare, mi piace rovistare, spulciare, scovare e contrattare, la mia sfida è di giocare al ribasso sempre, e di fare affari clamorosi.

#affarefatto    #igotitcheap

Secondo voi (tenendo presente le limitate possibilità) è meglio possedere un solo pantalone griffato, o 5 pantaloni non griffati ma di buona qualità? Beh a me piace avere più alternative.

E con questo vi saluto e vi rimando ai prossimi articoli.

A presto,

Sandra